Parere del Quartiere 4 sulla realizzazione di una chiesa e di verde pubblico in località San Lorenzo a Greve

Gen 20, 2013 by

Con questa variante “l’ Amministrazione si fa promotrice di una nuova localizzazione nell’area di San Lorenzo a Greve per la realizzazione di un edificio di culto che si inserisce in un processo di riqualificazione generale della zona “. L’area per la nuova chiesa occuperà una porzione dell’area a verde pubblico esistente (circa 4900 mq) compresa tra la COOP e Via Pisana: la posizione è stata scelta perché ritenuta “baricentrica rispetto al recente sviluppo dell’abitato di San Lorenzo a Greve” e quindi in grado di “ costituire una nuova centralita della zona e contribuire alla sua riqualificazione”.

Schermata 12-2456289 alle 15.39.49
Contemporaneamente, a compensazione (parziale) della superficie a verde pubblico destinata ad accogliere la nuova chiesa, una parte del verde pubblico sarà ritrovata destinando un’area attualmente incolta (tra via Detti e Via Bugiardini) quale ampliamento del verde pubblico esistente lungo Via Detti, di proprietà dell’Istituto per il Sostentamento del Clero . L’obiettivo che si pone la variante è quello di “permettere di creare le corrette relazioni tra la nuova chiesa, ubicata lungo via delle Case nuove, le attrezzature sportive esistenti e i giardini pubblici di via Bugiardini attraverso il sistema di percorsi pedonali richiesti dalla cittadinanza”.
L’occasione di una riqualificazione dell’area di San Lorenzo a Greve (già oggetto nei decenni precedenti di un intenso sviluppo urbanistico) passando anche attraverso l’ubicazione di un nuovo centro di culto è assolutamente condivisa dal Quartiere 4 ed è stata oggetto di una specifica osservazione al Piano strutturale (Osservazione 7 (delibera 4021 del 2011)) in cui si richiamava l’amministrazione alla necessità di recuperare l’impostazione del Piano Guida del 2004 che consentiva l’adeguamento della strada delle Case Nuove, l’accrescimento delle aree di sosta e la messa a disposizione delle nuove aree per localizzare un nuovo luogo di culto.
A fronte di queste considerazioni evidenziamo alcune criticità, da risolvere almeno nel prossimo Regolamento Urbanistico. Il citato Piano Guida 2004 prevedeva infatti oltre alla chiesa un sistema di verde pubblico oltre al cambiamento di uso e ad una riqualificazione degli immobili produttivi che si affacciano su Via Bugiardini; inoltre l’intervento si inserisce in un contesto più ampio di riorganizzazione di un’area molto vasta compresa tra Via Pisana e Via di Scandicci che, grazie anche alla presenza della Tramvia, può trasformarsi in una occasione molto importante per costruire un nuovo e qualificato pezzo di città: per questi motivi e vista la stesura prossima del Regolamento Urbanistico sarebbe stato auspicabile affrontare in tale strumento la sistemazione complessiva dell’area.
Al netto delle considerazioni precedenti il Quartiere 4 ha espresso PARERE FAVOREVOLE con alcune richieste/raccomandazioni che si chiede di recepire direttamente nella variante urbanistica o nelle varie fasi di realizzazione degli interventi previsti nella variante:
RICHIESTE:
• Verde pubblico: vista la (seppur contenuta) riduzione complessiva del verde pubblico derivante dalla variante e visto che lo standard attuale complessivo nell’UTOE è inferiore a quello minimo previsto, si richiede che almeno nella convenzione tra parte pubblica e i proponenti le risorse economiche messe a disposizione siano impiegate per:
• la riqualificazione dell’area a verde residua non interessata dalla nuova Chiesa con l’inserimento di attrezzature idonee per attività ludiche e ricreative, sulla base di una progettazione concordata con la cittadinanza;
• la sistemazione (comprensiva di idonee attrezzature) della nuova area a verde lungo via Detti in grado di garantire l’effettiva fruibilità da parte dei cittadini e sulla base di una progettazione concordata con la cittadinanza;
• un ulteriore incremento delle aree destinate a verde pubblico nella zona dell’intervento per compensarne completamente la riduzione prevista.
• Si chiede inoltre che sia l’acquisizione dell’area a compensazione metrica, sia le spese di sistemazione del verde pubblico attrezzato siano inserite in Convenzione e poste a totale carico del soggetto attuatore del progetto del nuovo luogo di culto.
• Le eventuali opere di compensazione idrauliche legate alla realizzazione della Chiesa dovrebbero essere realizzate in modo da non sottrarre fruibilità alle aree pubbliche circostanti e se possibile potrebbero essere concepite in modo da ricomprendere le numerose vasche di compensazione presenti in zona;
• Adeguamento di Via delle Case Nuove: nel documento si fa riferimento ad un’adeguamento della strada da inserire nel prossimo Regolamento Urbanistico; concordiamo che tale scelta debba in effetti essere rimandata ad uno studio complessivo del sistema della viabilità dell’area compresa tra Via Pisana e Via di Scandicci ma riteniamo comunque non opportuno un raddoppio dell’attuale sede stradale e l’inserimento quindi di un doppio senso di marcia per la presenza di numerosi ricettori sensibili che si affacciano su tale via (asilo nido, scuola elementare, scuola media ecc) e per la pericolosità dell’eventuale innesto su Via Bugiardini. Tra le ipotesi avanziamo ad esempio a possibilità di completare la viabilità attorno al centro commerciale attraverso il prolungamento di via Detti fino al Viuzzo del Roncolino.
• Si richiede che prima della sigla definitiva, la convenzione tra parte pubblica e proponente sia sottoposta all’espressione del parere da parte del Consiglio di Quartiere e del Consiglio comunale, previo passaggio nelle Commissioni tecnico-politiche di riferimento, per eventuali proposte di modifiche e integrazioni.
RACCOMANDAZIONI
• Riqualificazione dell’area artigianale: si richiede di riprendere e completare nella stesura del Regolamento Urbanistico il tema della riqualificazione dell’area in questione, comprensiva degli insediamenti artigianali di Via Bugiardini, incentivando ad esempio il trasferimento di volumetrie non coerenti attraverso il meccanismo dei crediti edilizi.

Di seguito potete trovare la mozione di indirizzi elaborata dalla Commissione Urbanistica del Comune di Firenze sulla delibera della variante al PRG. La mozione riprende molti dei punti già messi in evidenza dal Quartiere.

 

Viabilità di accesso lato Ipercoop

Viabilità di accesso lato Ipercoop

Vasche di compensazione lato Via del Caravaggio

Vasca di compensazione esistente n.1

Vasche di compensazione lato Via del Caravaggio

 

Area verde esistente lungo Via Detti

Area verde esistente lungo Via Detti

Area a verde oggetto di variante

Area a verde oggetto di variante

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply