Chi sono

immagine_profilo

Dal 2009 sono consigliere del Quartiere 4 dove ricopro la carica di presidente della Commissione Servizi al Territorio che si occupa di numerose tematiche che spaziano dall’urbanistica ai lavori pubblici. Ho 40 anni, sono nato in Svizzera ma da sempre residente a Firenze. Il mio impegno attivo in politica è iniziato nel 2007 in concomitanza con la nascita del Partito Democratico.

Dopo avervi accolto nel mio sito rispondo ad una domanda che sicuramente vi siete subito fatti: perché la decisione di pubblicare un sito internet?

Ci sono già alcuni strumenti per conoscere le attività svolte dal Quartiere e sempre di nuove, almeno a livello di comunicazione digitale, ce ne saranno.

Se infatti lo scopo primario del sito è quello di fornire prima di tutto una finestra aggiornata sui lavori pubblici e sullo stato dell’arte dei progetti che interessano il territorio del Quartiere 4 un ulteriore scopo, altrettanto importante, è quello di svolgere anche una sorta di contenitore di tutti i lavori, i progetti e gli atti amministrativi a cui ho partecipato nel mio ruolo di Presidente della Commissione Servizi al Territorio, un’occasione per poter valutare l’attività amministrativa svolta in questi 5 anni a tutte le persone che mi hanno seguito in questa esperienza e per chi ho conosciuto per la strada. Si parla spesso di meritocrazia ma purtroppo ancora oggi non ci sono (o non sono trasparenti) i metodi per giudicare l’operato di un amministratore pubblico. Mettere in evidenza le cose fatte in assenza di elementi oggettivi di valutazione evidentemente non basta ma è comunque un primo passo essenziale che resta comunque a disposizione di tutti i cittadini.

A distanza di 5 anni dall’inizio della mia esperienza posso azzardare il mio personale giudizio: gli input ricevuti dal territorio sono stati molti, di tutta la mole di richieste una buona parte ha ricevuto una risposta definitiva a dimostrazione che l’amministrazione intesa nella sua interezza (Quartiere – organi politici del Comune – macchina amministrativa) sono in grado di dare delle risposte anche se spesso non immediate come i cittadini vorrebbero e pretendono. La cosa che resta più difficile è spiegare ai vari cittadini perché un intervento non può essere eseguito, soprattutto quando questo è di buon senso e spendibile per il bene comune. Far capire quali possono essere i limiti della macchina amministrativa, le difficoltà di bilancio in cui ci si trova a lavorare sono comunque fondamentali e comunque sempre preferibili al silenzio.

Ma anche davanti a risposte positive una domanda aleggia sempre sopra le nostre teste: di fronte ad un problema magari risolto dopo aver bussato a 100 porte e dopo mesi di latenza ci si può ritenere soddisfatti perché pur con tempi lunghi abbiamo dato una risposta oppure scontenti perché trascorso troppo tempo tra la richiesta e la successiva realizzazione? E’ il solito dilemma del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto: io mi sforzo di vederlo sempre mezzo pieno anche per dare un senso a tutte le energie profuse in questi mesi (e lo dico comprendendo la larga parte dei miei colleghi di legislatura).

Qui si può leggere il rendiconto di mandato 2009-2014 della Commissione Servizi al Territorio che ho presieduto in questi ultimi 5 anni: rendiconto di mandato

Ho imparato ad apprezzare in questi anni la tenacia e la determinazione con cui molti cittadini hanno contribuito affinché alcuni interventi qualificanti nel territorio vedessero effettivamente la luce: senza di essi la voce del Quartiere probabilmente non sarebbe bastata.

Renzo